Claudiogarau.it :: Tutorials & Scripts, PHP, Linux and more.

Home ~ Php :: Funzioni per Apache: Configurazione di Runtime e risorse :: Indice Php

Funzioni per Apache: Configurazione di Runtime e risorse

Categoria: Php Inserito il: 10-04-2006 Stampa (6285 click)

PHP dispone di alcune funzioni native che permettono di interagire tramite codice con i comportamenti del Web server Apache; in questa breve serie di articoli cercheremo di descrivere le pi utilizzate con l'avvertmento iniziale che queste specifiche funzioni saranno disponibili soltanto nei sistemi in cui PHP stato eseguito come modulo per Apache.

Innanzitutto, diamo uno sguardo generale all'ambiente di lavoro. I comportamenti del modulo di Apache per PHP vengono condizionati dalle istruzioni salvate nel file di configurazione del linguaggio: php.ini, ma le impostazioni di configurazione del php.ini possono essere ovviate tramite le opzioni php_flag presenti nel file di configurazione del server, denominato httpd.conf, o utilizzando file .htaccess.

Per fare un esempio, potremo settare una direttiva di configurazione direttamente nell'httpd.conf:

 
php_value include_path ".:/usr/local/lib/php" 
php_admin_flag safe_mode on 
 
In questo modo non faremo altro che indicare al Web sever la path all'eseguibile di PHP nel caso in cui sia abilitato in Apache il modulo per PHP 5.

Oppure, sar possibile disabilitare l'azione dell'interprete PHP in una determinata cartella utilizzando un file .htaccess contenente la seguente istruzione:
php_flag engine off
engine [valore booleano] infatti una direttiva impiegata nei siti Web in cui si desidera accendere (on) o spegnere (off) il parsing PHP a seconda della directory o del virtual server utilizzato.

Di seguito proporremo al lettore un elenco di alcune opzioni disponibili per la configurazione di Apache:
  • engine: di default settato in on, destinato ad attivare o disattivare l'interprete PHP.
  • child_terminate: di default settato in on, stabilisce se possibile invocare la terminazione dei processi figli (child) per gli script PHP al termine della richiesta HTTP.
  • last_modified: di default settato in on, agisce sulle intestazioni, invia la data di modifica degli script nell'header Last-Modified.
  • xbithack: di default settato in on, destinato ad interpretare i file con il bit di esecuzione impostato, non tiene quindi conto della loro estensione.
Terminato il discorso riguardante l'ambiente di Runtime, passeremo ora ad un'approfondita descrizione delle pi importanti funzioni PHP dedicate all'interazione con il Web server Apache.

Attenzione: questo articolo è stato concesso in esclusiva per la pubblicazione a Mrwebmaster.it; ne è vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'autore e della redazione di Mrwebmaster.it.

Cerca nel sito
Per sito
Sviluppatore di applicazioni Web con competenze evolute nella progettazione delle basi di dati, autore per alcune delle pi importanti testate on line dedicate alla manualistica tecnica (HTML.it, MrWebmaster.it, Edit) e consulente per l'e-learning.
Tutte le categorie
Tutorial Random
Appena acquistata Raspberry Pi
Questa mattina arrivato un aggiornamento da parte della RS Components, Raspberry Pi, la nota scheda/computer ultra-economica che andata... Leggi l'articolo
Corsi online per sviluppatori
Corsi per Webmaster, Web Designer, Programmatori, Grafici e Sistemisti