Claudiogarau.it :: Tutorials & Scripts, PHP, Linux and more.

Home ~ Unix :: I permessi su file e cartelle in UNIX :: Indice Unix

I permessi su file e cartelle in UNIX

Categoria: Unix Inserito il: 15-06-2006 Stampa (18504 click)

I permessi su un file o su una cartella riguardano la possibilità di agire su un determinato contenuto da parte dei diversi utenti aventi accesso ad un sistema operativo UNIX.

Dalla digitazione del comando ls -l potremmo ottenere un output simile a quello dell'esempio seguente:

drwxr-xr-x 3 nome_utente nome_gruppo 272 May 15 15:46 cartella
A noi interessa analizzare il valore espresso nella prima colonna, cioè la stringa drwxr-xr-x; per analizzarla meglio la scomporremo nelle sue 4 parti costitutive:
  1. d: stà ad indicare che il nostro contenuto è una cartella (directory), sarebbe invece sostituita da un trattino ("-") se il contenuto in oggetto fosse invece un file.
  2. rwx: r indica il permesso di lettura sul contenuto (read); w indica il permesso di scrittura (write); infine, x (execute) indica il permesso di esecuzione.
    Un utente che, come nel nostro caso, ha associati al suo nome tutti e tre i permessi indicati, ha in pratica pieni poteri sul relativo contenuto; egli può quindi portare avanti ogni operazione che desideri eseguire, comprese quelle in grado di danneggiare o di cancellare il contenuto.
  3. r-x: indica i permessi accordati al gruppo a cui appartiene il file o la cartella; nel nostro caso il gruppo può leggere ed eseguire il contenuto, ma non ha permesso di scrivere su di esso, infatti la lettera w è sostituita da un trattino che ne indica l'assenza.
  4. il secondo r-x, indica i permessi accordati a "chiunque", cioè a tutti coloro che vorranno avere accesso al contenuto; stiamo parlando cioè di all, termine con cui UNIX gli utenti che hanno accesso al sistema anche se non sono nè owner di un determinato contenuto nè appartenenti al gruppo proprietario.
Tutti gli utenti hanno bisogno di permessi, tranne l'utente di root che sarà verosimilmente l'amministratore dell'intero sistema.

Per accordare un permesso, si utilizza il comando chmod (change mode) espresso utilizzando la seguente sintassi:
chmod [a,u,g,o] [+,-] [r,w,x] contenuto
Con [a,u,g,o] indichiamo chi sarà il destinatario del permesso, per cui a è riferito a all, u a user, g a group e o a others.
[+,-] indicano l'azione che si vuole compiere, cioè l'accordare ("+") o il revocare un determinato permesso ("-").
[r,w,x] indica il tipo di permesso che si intende accordare o revocare all'utente o agli utenti coinvolti.

Per cui, se per esempio intendiamo assegnare a tutti gli utenti il permesso di lettura su un determinato contenuto, la nostra istruzione dovrà essere simile alla seguente:
chmod a+w nome_contenuto
Tipicamente, i compiti relativi alla gestione di utenti o dei gruppi sono affidati al root; egli potrà creare un utente o un gruppo:
useradd [opzioni] nome_utente
groupadd [opzioni] nomegruppo
oppure eliminarli:
userdel [opzioni] nomeutente
groupdel [opzioni] nomeutente
Attenzione: questo articolo è stato concesso in esclusiva per la pubblicazione a Mrwebmaster.it; ne è vietata la riproduzione,
anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'autore e della redazione di Mrwebmaster.it.

Cerca nel sito
Per sito
Sviluppatore di applicazioni Web con competenze evolute nella progettazione delle basi di dati, autore per alcune delle più importanti testate on line dedicate alla manualistica tecnica (HTML.it, MrWebmaster.it, Edit) e consulente per l'e-learning.
Tutte le categorie
Tutorial Random
Semplice area riservata con sessioni
Creare un'area riservata protetta da nome utente (o UserID) e password, non richiede una procedura particolamente complessa. In questo breve... Leggi l'articolo
Corsi online per sviluppatori
Corsi per Webmaster, Web Designer, Programmatori, Grafici e Sistemisti