Claudiogarau.it :: Tutorials & Scripts, PHP, Linux and more.

Home ~ Unix :: Come UNIX vede file e directory :: Indice Unix

Come UNIX vede file e directory

Categoria: Unix Inserito il: 15-06-2006 Stampa (15831 click)

L'istruzione ls -l ci mostra numerosi particolari riguardanti il contenuto di una directory. Ora, immaginiamo di avere all'interno di una cartella una sub-directory (chiamata per esempio "cartella") e un file (chiamato per esempio "documento"), possono esserci naturalmente tanti altri contenuti ma noi ci concentreremo su quelli indicati.
L'output generato in seguito al lancio del comando ls -l potrebbe essere simile al seguente:

drwx--x--- 5 nome_utente nome_gruppo 272 May 15 15:46 cartella
-rw-r--r-- 3 nome_utente nome_gruppo 214 May 18 17:28 documento
Il risultato ottenuto, si manifesta come un elenco ordinato che analizza uno ad uno i diversi contenuti e ne elenca le caratteristiche. In particolare, possiamo notare come il comando restituisca 9 colonne ognuna destinata ad un particolare tipo di informazione.

Nella prima colonna vengono visualizzati i permessi di lettura, scrittura ed esecuzione relativi ad ogni contenuto; riprenderemo tra breve questo argomento nello specifico, per ora basti notare come le directory vengano indicate dalla lettera "d" posta all'inizio della riga, i file sono invece indicati da un trattino "-".

Nella seconda colonna troviamo un numero, esso indica il numero di link sombolici relativi al file o alla cartella elencati; anche se non si tratta di una rogola sempre valida, possiamo dire che in generale quando non vi sono link il valore è pari a "1" per i file e al numero di file contenuti per le directory (anche in questo caso chiedo indulgenza ai puristi..).

La terza riga indica il nome dell'utente proprietario del file, il suo owner; quindi, se il file lo avete creato voi vedrete comparire il vostro nome utente. Un utente può essere sia owner che user, ma se lo user non è anche owner non avrà altri diritti di accesso al contenuto specifico se non quelli che gli verranno riconosciuti dall'owner.

Nella quarta riga troviamo il nome del gruppo (group), cioè l'insieme di utenti a cui appartiene il file. Mettiamo di dover creare un sito internet, vi sarà un webmaster, un designer e altre figure lavorative; tutte insieme agirannò sul sito come "gruppo di lavoro".

Le righe restanti, attengono a caratteristiche immediatamente intuitive: nella quinta riga troviamo la dimensione del contenuto elencato espressa in Byte, le cartelle sono viste come dei file e la dimensione indicata non riguarda ulteriori elementi in esse contenute.

La sesta, settima e ottava riga indicano rispettivamente mese, giorno del mese e ora dell'ultima modifica subita dal contenuto elencato. Infine, abbiamo un'ultima colonna destinata a evidenziare il nome del file o della directory in lista.

Attenzione: questo articolo è stato concesso in esclusiva per la pubblicazione a Mrwebmaster.it; ne è vietata la riproduzione,
anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'autore e della redazione di Mrwebmaster.it.

Cerca nel sito
Per sito
Sviluppatore di applicazioni Web con competenze evolute nella progettazione delle basi di dati, autore per alcune delle più importanti testate on line dedicate alla manualistica tecnica (HTML.it, MrWebmaster.it, Edit) e consulente per l'e-learning.
Tutte le categorie
Tutorial Random
Un primo script per le JSP
Dopo alcune pagine dedicate interamente alla teoria, in questo capitolo passeremo ad un approccio più pratico cominciando ad introdurre qualche... Leggi l'articolo
Corsi online per sviluppatori
Corsi per Webmaster, Web Designer, Programmatori, Grafici e Sistemisti